Mosaici

La parola mosaico deriva da Musa, termine con cui si indicava la decorazione murale delle grotte dedicate alle Muse, costruite nei giardini romani.

La tecnica consiste nella decorazione di superfici accostando tessere che possono essere di pasta vitrea, marmo, terracotta, madreperla, ecc., disposti secondo motivi geometrici o figurati prestabiliti.

I primi esemplari di decorazione musiva pervenutici risalgono al V secolo a.C. ed erano costituiti da ciottoli accostati. Il mosaico diventa dapprima una forma di ornamento geometrico di pannelli per giungere a stadi più elaborati, con rappresentazioni di animali, scene mitologiche.
A partire dal II secolo a.C., ai colori tradizionali in genere realizzati in pietre naturali, vengono affiancate tessere in pasta di vetro. Le tessere in pietra erano tipiche dei mosaici pavimentali e quelle in pasta vitrea dei mosaici parietali. Il mosaico trova grande sviluppo nel periodo che va dal cristiano-bizantino fino al medioevo, ed era usato principalmente nella decorazione di pavimenti e pareti.
I principali centri di tale attività artistica sono concentrati nell’Oriente bizantino e in Italia, a Roma e soprattutto a Ravenna. Dopo un periodo in cui l’interesse per quest’arte sembra essersi spento, nei secoli XI e XII una rinnovata attività porta alla realizzazione di magnifici mosaici a Venezia, in Grecia, in Sicilia e a Roma.
Nell’Europa rinascimentale l’arte musiva viene quasi completamente soppiantata dall’affresco. Si dovrà aspettare fino al grande revival decorativo dell’art nuoveau perché il mosaico venga riscoperto e torni in auge.

Oggi questa tecnica si diversifica da quella antica per procedimento e materiali e, lasciando spazio alla fantasia creativa di ognuno, permette di realizzare oggetti d'arredamento molto personali.
Il vetro ha il vantaggio dello spessore e del peso minimi, nonché della possibilità di forgiare le tessere seguendo la forma del disegno desiderata.
Grazie alle mille sfumature dei vetri opalescenti, alla brillantezza naturale del vetro, si possono ottenere decorazioni molto belle. Con questa tecnica realizziamo pannelli murali, piastrelle e greche per rivestimenti o ornamentali. Le realizzazioni possono avvenire in studio ed applicate in seguito, o eseguite direttamente sul posto.
Il mosaico di vetro si rivolge anche alla decorazione di mobili e complementi d'arredo.